liberastoria

Posts Tagged ‘pio xii’

Pio XII, Osservatore Romano: archivi confermano che salvò ebrei

In Storia della Chiesa (1860-presente) on 23 luglio 2011 at 22:50

(Agi) – CdV, 23 lug. – “Nuove conferme di quello che fu il tenace impegno di Pio XII in favore degli ebrei negli anni piu’ bui della storia del Novecento” sono citate oggi dall’Osservatore Romano che pubblica quanto riferito dal ricercatore statunitense William Doino jr alla Catholic News Agency di Denver, sottolineando che dagli archivi emergono prove di “un impegno che l’ebraismo gia’ allora riconobbe e lodo'”. Studiando i numeri degli anni Trenta della “Jewish Veteran”, rivista americana ebraica, Doino ha trovato molti contributi che lodano Eugenio Pacelli, prima da cardinale e poi da Pontefice. E lo lodano perche’ “la sua vicinanza e la sincera simpatia nei confronti dell’ebraismo non rimasero a livello teorico, ma si fecero profondo e concreto rispetto per la comunita’, i suoi membri e le sue tradizioni”. Gia’ nel numero del marzo 1939 la rivista citata oggi dall’Osservatore augura al nuovo Pontefice (eletto il giorno 2 di quel mese) “a long and successful reign”, mentre in quello di aprile la scelta del Conclave viene salutata come “a source of great satisfaction to Jews”. Grande e’, infatti, la gioia per l’elezione (avvenuta nonostante le forti pressioni antisemite) di un “leale amico degli ebrei”. Gli interventi pubblicati sulla Jewish Veteran mostrano “un Pontefice fiero oppositore di fascismo e nazismo”, che opero’ per “abbattere i muri dei pregiudizi antisemiti, e che certo non ne innalzo’ di nuovi”, il che rappresenta “un’eccezione per l’epoca”. Nel luglio del 1944, cioe’ poco dopo la liberazione di Roma, del resto l’American Jewish Congress (fondato nel 1918) lodo’ pubblicamente il Vaticano per aver fornito cibo kosher agli ebrei nascosti dagli istituti cattolici durante l’occupazione nazista della citta’ italiana. “Un’attenzione al mondo ebraico che – scrive oggi il giornale diretto da professor Giovanni Maria Vian – non sorprende: come noto, infatti, nel 1938 quando era segretario di Stato, il cardinale Pacelli firmo’ un documento in cui si opponeva pubblicamente a un disegno di legge antikosher presentato in Polonia” definendolo “una grave e autentica persecuzione contro il popolo ebraico”. L’Osservatore rende poi omaggio – in un altro articolo – all’eroismo del rabbino romeno Alexadre Safran che seppe distinguersi “per la coraggiosa testimonianza e l’intelligenza con cui” opero’ per salvare gli ebrei perseguitati dai nazisti nella sua patria, e che rappresenta “una delle personalita’ ebraiche cui portare piu’ rispetto e ammirazione”.

Annunci

Pio XII: libro rivela vasto complotto del pontefice contro Hitler

In Attualità on 16 marzo 2011 at 17:07

Sta per uscire un’opera della storica Barbara Frale su un’operazione segreta del pontefice

Roma, 15 mar – Adnkronos – Papa Pio XII, accusato da molti storici di aver favorito con silenzi e omissioni il nazismo e di non aver fatto nulla per fermare le deportazioni degli ebrei, fu in verita’ promotore di un vasto complotto contro Hitler: questo e’ cio’ che emerge oggi dall’Archivio Segreto del Vaticano, che sconfessa clamorosamente la tesi del ”silenzio colpevole” del pontefice, imponendo una revisione del giudizio sulla sua figura storica. Le rivelazioni sul ruolo di Papa Eugenio Pacelli si potranno leggere nel libro della storica Barbara Frale dal titolo ”Il Principe e il Pescatore. Pio XII, il nazismo e la tomba di San Pietro”, che la casa editrice Mondadori pubblichera’ nel prossimo mese di maggio. Barbara Frale, che riveste l’incarico di ”officiale” dell’Archivio Segreto del Vaticano, rivela infatti nel libro, stando all’anticipazione fornita dal bollettino delle novita’ Mondadori, che durante la Seconda guerra mondiale Pio XII commissiono’ una serie di scavi sotto la basilica del Vaticano con l’obiettivo di individuare la tomba di San Pietro, iniziativa che, secondo i documenti, sarebbe stata usata come copertura per organizzare incontri e riunioni segrete con religiosi tedeschi in un’operazione di spionaggio contro i vertici nazisti. Si tratta di una vicenda appassionante, ambientata nei sotterranei del Vaticano, ma anche ”un tassello fondamentale per ristabilire la verita’ su un papa controverso e sul suo discusso rapporto con il nazismo”. Leggi il seguito di questo post »

Pio XII, ebrei italiani: “Inesattezze in fiction Rai”

In Attualità on 10 novembre 2010 at 13:52

Città del Vaticano, 9 nov. (Apcom) – La fiction Rai su Pio XII contiene “molte inesattezze storiche” e mostra la necessità di “proseguire e completare il lungo e difficile lavoro di ricerca negli archivi”. Dopo le polemiche dei giorni scorsi tra mondo ebraico e cattolico, sulla delicata questione interviene il presidente della comunità ebraica italiana, Renzo Gattegna, in un articolo pubblicato sull’Osservatore romano. «La trasmissione televisiva delle due puntate della fiction Sotto il cielo di Roma ha rilanciato l’animato dibattito che è in corso da circa cinquant’anni sul comportamento tenuto dal Papa Pio XII nei confronti del nazismo in generale e in particolare durante l’occupazione di Roma nel periodo 1943-1944», scrive Gattegna. «È un dibattito che rimane aperto sia in sede scientifica, fra gli storici, sia fra coloro che sono favorevoli o contrari alla sua beatificazione, ma credo sia opportuno tenere nettamente separati i due contesti. Sulla causa di beatificazione, procedura interna della Chiesa cattolica, gli ebrei non vogliono intervenire, anche perché certamente i più interessati a una verifica incontrovertibile di tutto ciò che riguarda la vita e le opere del Papa sono gli stessi promotori e sostenitori della sua beatificazione. Leggi il seguito di questo post »