liberastoria

Posts Tagged ‘perugia’

Cristofor Mercati, il perugino che conobbe Guido Keller

In Regno d'Italia (1861-1946) on 30 marzo 2012 at 12:53

Saggio di Valentino Quintana

Un’altra figura non molto ricordata della storia umbra, è quella di Cristoforo Mercati, detto Krimer. Erroneamente, molti siti internet riportano come suo luogo di nascita Viareggio, che in realtà, è la città dove si spense. Egli nacque invece a Perugia, nel 1908, (e non nel 1888 o 1877 come indicato sempre nella fallace rete virtuale) e visse nel capoluogo umbro per sedici anni. Per sua ammissione, la città fu il luogo “della famiglia, degli affetti e del primo amore”.

Famoso per le sue opere e per la sua pittura, fece parte fino al 1932 del movimento Futurista come artista e poeta. Dopo un soggiorno a Parigi, si legò al gruppo dei “Vàgeri” di Lorenzo Viani. Dopo essersi dedicato per un lungo periodo esclusivamente all’attività letteraria e giornalistica, tornò improvvisamente alla pittura nel 1950, inventando le sue “fantasie colorate”.

Era il 1927 quando Krimer ebbe un’esperienza che gli cambiò la vita: conobbe il legionario fiumano più particolare della storia: Guido Keller von Kellerer. Si incontrarono in una modesta trattoria, alle adiacenze del centro di Roma. Un classico ritrovo di poeti ed intellettuali dell’epoca, dove non potevano mancare i due giovani. Il loro primo incontro, fu fugace. Keller chiese al Mercati se fosse stato amante del volo, e, a risposta positiva, fissarono l’appuntamento per il giorno successivo, per solcare assieme i cieli. La sfortuna volle che l’aeroplano non partisse nel momento desiderato, ma diede il via ad una serie di incontri che terminò solo con la morte dell’aviatore nel 1929 ad Otricoli, presso Terni.

Per un giovane come il Mercati, Keller rappresentava un punto di riferimento, un eroe, quasi una visione del mondo. Bastò, per conoscersi, l’incontro dei loro sguardi e delle loro mani, che convergevano completamente.

Guido Keller nacque a Milano, nel 1893, da nobile famiglia. Lo spirito inquieto dell’aviatore, lo portò ad essere tra i primi piloti civili, e a distinguersi eroicamente nella grande guerra. Dopo la guerra, e dopo l’impresa di Fiume, Keller si ritirò, per un certo tempo a Fiesole, nella sua piccola casa. Partecipò alla grande gara aviatoria intitolata a Francesco Baracca, e atterrò in Umbria, nella terra di San Francesco. Non volle la gara, andò invece nei pressi di Assisi, ai piedi del Santuario, per salire in pellegrinaggio. Dopo la guerra Keller, animo inquieto, vagò per mete indefinite, quasi fosse un’anima infelice. “Sono figlio del sole” soleva dire!

Nell’agosto del 1928, Mercati e Keller si rividero sulla spiaggia di Ostia. Il pittore notò nell’aviatore uno scoramento infinito, incompreso persino nelle parole pronunciate dal dannunziano.

Le “puntarelle di cicoria” erano il piatto preferito di Keller, condiviso da Cristoforo Mercati. Mangiarono insieme, nel 1927, in una trattoria di Corso Umberto, a Roma, nominata “L’Aliciaro”. Il locale ospitava spesso personaggi come Marinetti, Bontempelli, Anton Giulio Bragaglia. Gli artisti conoscevano bene i due in questione. Entrambi, amavano la poesia e quel particolare stile di vita. Spesso, Keller, vagheggiava sulla realizzazione della Città di Vita, “un luogo degli artisti e per gli artisti. Una sorta di città senza leggi e senza agenti di polizia, senza cimiteri e senza banche”. Voleva ubicarla in un isolotto del Mediterraneo, senza strade simmetriche e privo ci case standard. Molti altri udirono il progetto, e vi ridevano, incapaci di comprenderne la natura onirica. Al contrario, ogni volta che Keller ne parlava, Krimer si entusiasmava, fantasticandone con Keller per ore. Arrivarono persino a proporre l’isola Maggiore del Lago Trasimento – l’Isola di Frate Francesco – come luogo prescelto. Doveva essere una sorta di opera d’arte, d’amore. Un progetto talmente ardito da essere irrealizzabile, ma proprio per questo, era spesso nelle conversazioni del pittore e dell’aviatore.

Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Giorno del Ricordo: conferenza a Perugia il 9 febbraio presso la sede della Regione Umbria

In Attualità on 5 febbraio 2012 at 21:29

24/11: a Perugia il progetto “Istria, Fiume, Dalmazia laboratorio d’Europa”

In Attualità on 22 novembre 2011 at 11:27

(Agenparl) – Perugia, 22 nov – “Il socialismo di frontiera dall’ottocento al primo dopoguerra”: questo il tema del primo incontro previsto nella sesta edizione del progetto “Istria Fiume e Dalmazia Laboratorio d’Europa. Parole chiave per la cittadinanza”, promosso dall’Isuc in collaborazione con la “Società di studi fiumani” che si svolgerà Giovedì 24 novembre a Perugia, alle ore 16.30, nella sala del Dottorato del Chiostro di San Lorenzo. L’iniziativa è rivolta a docenti e studenti delle scuole secondarie dell’Umbria e il tema di quest’anno, è “Socialismo e conflitti nazionali nella regione giuliana: momenti della storia del Novecento”. (Acs) Perugia, 22 novembre 2011 – Giovedì 24 novembre a Perugia, alle ore 16.30, nella sala del Dottorato, Chiostro di San Lorenzo, (piazza IV Novembre 23), si terrà il primo degli incontri previsti dal progetto “Istria Fiume e Dalmazia Laboratorio d’Europa. Parole chiave per la cittadinanza”, destinato a docenti e studenti delle scuole secondarie dell’Umbria. Tema di questo primo incontro “Il socialismo di frontiera dall’ottocento al primo dopoguerra”, ne parleranno, Dino Renato Nardelli dell’Isuc, Roberto Spazzali dell’Irsml (Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione) Friuli Venezia Giulia, William Klinger del Centro di Ricerche Storiche di Rovigno. Il progetto, giunto alla sua sesta edizione, spiegano dall’Isuc, è il risultato della collaborazione tra l'”Istituto per la storia dell’Umbria contemporanea”‘ (Isuc) e la Società di Studi Fiumani, associazione che ha come scopo primario quello di mantenere viva la riflession e storiografica sulle vicende del Confine orientale. Fra gli obiettivi raggiunti nel corso delle precedenti edizioni, quello di celebrare il Giorno del Ricordo (10 febbraio) sul piano della conoscenza storica e su questa base promuovere un’attività didattica che ponga a tema tra i giovani idee come cittadinanza, Stato, nazione, popolo, etnìa, confini; e quello, inatteso, di ricompattare una comunità di esuli e discendenti di esuli istriani, fiumani e dalmati sparsi nella regione, dei quali si ignorava l’esistenza. La sesta edizione, dal titolo “Socialismo e conflitti nazionali nella regione giuliana: momenti della storia del Novecento”, porta all’attenzione di studenti, docenti, studiosi e protagonisti dell’esodo un nuovo nodo. La storia del Novecento deve fare infatti i conti con un’ulteriore parola chiave: ideologia. Nei drammatici eventi della seconda guerra mondiale e nel corso del dopoguerra con la “questione di Trieste”, i complessi rapporti tra Resistenza jugoslava e Resistenza italiana e, più in particolare, tra Partito comunista jugoslavo e Partito comunista italiano appaiono centrali per mettere a tema tale parola chiave. Entrambi subordinati all’Urss, i Partiti comunisti italiani e iugoslavi si trovarono a dover fronteggiare la dolorosa questione dell’appartenenza statale di Trieste, delle cittadine dell’Istria costiera, di Fiume e di Zara, territori storicamente popolati da una maggioranza assoluta di cittadini di lingua e cultura veneta, che fino ad allora non era mai stata messa in discussione da nessuno. Leggi il seguito di questo post »

Risorgimento perugino protagonista del trekking urbano di Perugia

In Attualità on 27 ottobre 2011 at 08:22

(Asca) – Perugia, 26 ott – Il Trekking Urbano, iniziativa turistica in forte crescita, perche’ in grado di coniugare movimento, salute, cultura e socializzazione, nasce 8 anni fa da un’idea del Comune di Siena e coinvolge oggi 31 comuni italiani. Tra i primi ad avere aderito, il Comune di Perugia che propone quest’anno un”’edizione doppia”, 30 e 31 ottobre. In omaggio ai 150 anni dell’Unita’, tema della giornata nazionale, questa ottava edizione ci portera’ sulle tracce degli eroi del Risorgimento nazionale come Garibaldi, Mazzini, Cavour, ma anche degli eroi locali in prima linea nella lotta per l’indipendenza: Guardabassi, Danzetta, Faina, Ansidei, Brunamonti, Lupattelli. Partendo dalla Rocca Paolina, emblema della storia e dei sentimenti dei perugini, attraverso i monumenti e la toponomastica della citta’, verranno ricostruite le fasi che portarono alla nascita e all’affermazione della nuova identita’ collettiva. Proposta la visita a luoghi che hanno fatto da scenario alle stragi del 1859, tra i quali Porta San Costanzo, Porta San Pietro, i Giardini del Frontone, l’Abbazia di San Pietro, l’itinerario raggiunge l’Oratorio della Santissima Annunziata, con i dipinti di Domenico Bruschi, tra i piu’ illustri rappresentanti della pittura risorgimentale. Quest’anno e’ stata prestata piu’ di sempre, particolare attenzione ai giovanissimi per i quali sono stati studiati i percorsi di visita ad hoc e il laboratorio ludico-culturale. In particolare, accompagnati da un operatore, i bambini scopriranno insieme ai genitori i luoghi dove si sono mossi gli eroi del Risorgimento, in un percorso soft di circa un’ora e mezzo. Leggi il seguito di questo post »

Libera Storia sul Corriere dell’Umbria

In Attualità on 20 agosto 2011 at 09:25

L’associazione interviene nel dibattito sull’opportunità di re-introdurre a Perugia una rievocazione storicha degli antichi “ludi perusini”, che sta animando l’estate del capoluogo umbro.

Umbria e Risorgimento: 21° approfondimento del Corriere dell’Umbria

In Regno d'Italia (1861-1946) on 18 aprile 2011 at 13:35

I fratelli Fratini di Terni, a cura di Andrea Giardi, ed il perugino Orazio Antinori sono i protagonisti della ventunesima pagina monografica dedicata dal Corriere dell’Umbria ai protagonisti del processo unitario e risorgimentale nel numero di lunedì 11 aprile.

Corriere dell’Umbria 11 aprile 2011

Perugia, 25 marzo: presentazione “I neri e i rossi”

In Attualità on 21 marzo 2011 at 10:25

I neri e i rossi. Tentativi di conciliazione tra fascisti e socialisti nella Repubblica di Mussolini

Libera Storia presenta a Perugia, venerdì 25 marzo alle ore 18, l’ultimo libro dello storico umbro Stefano Fabei, edito da Mursia.
All’introduzione di Jacopo Barbarito, presidente dell’associazione, seguirà l’intervento del professor Giuseppe Parlato, che ha curato la prefazione del volume, nonché dell’autore.

L’evento avrà luogo presso la sala “Pagliacci” del palazzo della Provincia di Perugia di piazza Italia 11.

Giorno del Ricordo: gli appuntamenti dell’associazione

In Attualità on 8 febbraio 2011 at 12:32

L’associazione culturale “Libera Storia” parteciperà ai seguenti appuntamenti in vista delle celebrazioni del Giorno del Ricordo delle vittime delle foibe e dell’esodo delle popolazioni italiane della Venezia Giulia, dell’Istria e della Dalmazia.

9 febbraio

Passignano sul Trasimeno
Istituto Comprensivo “Dalmazio Birago” – ore 10
Proiezione del dvddocumentario “Le radici del Ricordo”
Interventi: sindaco Claudio Bellaveglia, assessore alla cultura Luca Briziarelli, assessore al bilancio Alessandro Moio, Valentino Quintana e Jacopo Barbarito

Deruta
Museo Regionale della Ceramica – ore 21
Proiezione del dvd documentario “Le radici del Ricordo”
Interventi: sindaco Alvaro Verbena, assessore alla cultura Laura Buco, Valentino Quintana e Jacopo Barbarito

10 febbraio

Bettona
Istituto Comprensivo “La Meridiana” – ore 9
Proiezione del dvd documentario “Le radici del Ricordo”
Interventi: assessore alla cultura Rossella Lispi, Valentino Quintana e Jacopo Barbarito

Torgiano
Istituto Comprensivo “Gerardo Dottori” – ore 11
Proiezione del dvd documentario “Le radici del Ricordo”
Interventi: assessore alla cultura Sylvie Béal, consigliere delegate alle scuole Antonio Falcinelli, Valentino Quintana e Jacopo Barbarito

Perugia
Sala dei Notari – ore 12
“Esodo e Foibe: le memorie ed i silenzi”
Interventi: vice sindaco di Perugia Nilo Arcudi, Direttore Usr Umbria Maria Letizia Melina, coordinatore comitato “10 febbraio” Umbria Raffaella Rinaldi, Gianni Stelli, Franco Papetti, Livio Zupicich, Valentino Quintana

 Todi
Sala del Consiglio – ore 18
Proiezione del dvd documentario “Le radici del ricordo”
Interventi: sindaco Antonino Ruggiano, assessore alla cultura Margherita Bergamini, coordinatore comitato “10 febbraio” Raffaella Rinaldi, Valentino Quintana

 

Perugia: Libera Storia interviene al Giorno del Ricordo

In Attualità on 4 febbraio 2011 at 15:25

La relazione di Valentino Quintana sull’attualità del dibattito storico e diplomatico sul tema del Giorno del Ricordo sarà al centro dell’intervento del membro del comitato scientifico di Libera Storia nel convegno organizzato a Perugia dal comitato “10 febbraio” in collaborazione con il Comune.

“No ai diari della Ue che dimenticano il Natale”

In Attualità on 8 gennaio 2011 at 22:05

I membri del comitato scientifico di Libera Storia, Emanuele Prisco e Leonardo Varasano, hanno presentato un ordine del giorno nel massimo consesso comunale di Perugia, accogliendo la sollecitazione avanzata prima di Natale dall’associazione Libera Storia, che aveva segnalato l’assenza della festività del Natale nell’agenda/diario realizzato dall’Unione Europea con tutte le festività religiose della varie confessioni presenti nel suo territorio, destinato agli studenti delle scuole superiori.

Libera Storia ringrazia per la sollecitudine e l’impegno a sostegno dell’iniziativa.

Il presidente
Jacopo Barbarito