liberastoria

La lunga marcia del comunismo cinese

In Comunismo on 3 luglio 2011 at 19:40

(Agi) – Pechino, 1 lug. – Shanghai 1 luglio 1921: in una Cina politicamente disgregata e minacciata dai giapponesi e dall’imperialismo occidentale, Li Dazhao e Chen Duxiu – insieme ad un folto gruppo di intellettuali tra cui figura anche un giovane Mao Zedong – fondano il Partito Comunista Cinese. Pechino 1 luglio 2011: l’intero Paese, diventato ormai la seconda potenza economica mondiale, e’ impegnato a festeggiare quello che in novanta anni si e’ trasformato nel piu’ grande partito comunista al mondo con 80 milioni di iscritti, di cui circa il 75% ha un’eta’ superiore ai 35 anni. Lo spot della CCTV – la televisione di stato cinese – in onda in questi giorni, non lascia ombra di dubbio: il Partito Comunista ha portato la Cina a diventare una potenza mondiale, guidando il paese nel passato, nel presente e nel futuro. Accantonate le critiche, mai particolarmente esplicite nella terra del Dragone, oggi, tra propaganda e sentimenti patriottici, il Gigante asiatico e’ mobilitato a ringraziare quello che e’ considerato a tutti gli effetti l’artefice della rinascita economica e politica della Cina. In occasione del novantesimo anniversario del partito, Agichina24 in collaborazione con China Files propone un dossier di approfondimento (www.agichina24.it). Ecco le principali tappe della storia del PCC: – 1921 viene fondato a Shanghai il Partito comunista cinese con a capo Chen Duxiu – 1934-35 sono gli anni della Lunga Marcia, durante la quale la Conferenza di Zunyi elegge Mao Zedong presidente del PCC. In ottobre la Lunga Marcia termina nello Shaanxi – 1945-1948 dopo il lancio della bomba atomica da parte degli Stati Uniti, il Giappone lascia la Cina. GMD ePCC che avevano creato un fronte unito contro il nemico nipponico, si schierano di nuovo l’uno con l’altro. Dallo scontro ne esce vittorioso il PCC. Il primo ottobre 1949 Dopo inutili trattative di pace tra GMD e PCC, il governo nazionalista si ritira a Taiwan, mentre a piazza Tian’anmen Mao Zedong proclama la fondazione della Repubblica Popolare Cinese – 1958-1960 sono gli anni del “Grande Balzo in Avanti”, il fallimentare piano economico e sociale che si propone di mobilitare la vasta popolazione cinese per riformare rapidamente il paese, trasformando il sistema economico rurale in una moderna ed industrializzata societa’ comunista. Nello stesso periodo vengono istituite le Comuni Popolari con funzioni economiche, amministrative, fiscali e militari – 1966 il PCC da inizio alla Rivoluzione Culturale, ideata da Mao per sradicare usi e mentalita’ borghesi. Le Universita’ e le scuole vengono chiuse, mentre vengono istituite le “Scuole del 7 maggio” per rieducare i funzionari attraverso il lavoro. Nello stesso anno viene fondato il Movimento delle Guardie Rosse. Liu Shaoqi, presidente della Repubblica Popolare Cinese e Deng Xiaoping, vice presidente del Comitato Centrale del Partito, vengono sospesi dai loro incarichi – 1976 nello stesso anno muoiono prima Zhou Enlai (gennaio) e poi Mao Zedong (settembre). Viene attuata la Campagna radicale contro “il vento di destra”, di cui risulta principale esponente Deng Xiaoping. Ad aprile, Hua Guofeng, Ministro della Pubblica Sicurezza, viene nominato da Mao Primo Ministro. Ad ottobre la Banda dei Quattro – formata da Jiang Qing, vedova di Mao, Wang Hongwen, Zhang Chunqiao e Yao Wenyuan e accusata di complotto contro il Partito e lo Stato – viene eliminata dalla scena politica. Il 21 ottobre Hua Guofeng diventa presidente del Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese. – 1978 Deng Xiaoping lancia le “quattro modernizzazioni” destinate a riformare i settori dell’agricoltura, scienza e tecnologia, industria e difesa nazionale – 1992 viene approvata l’economica di mercato socialista – 1997 muore Deng Xiaoping – 2002 Hu Jintao prende il posto di Jiang Zemin alla guida del Paese. – 2010 il 18 ottobre il quinto plenum del diciassettesimo comitato centrale del Pcc nomina Xi Jinping vicepresidente della Commissione militare centrale, titolo che con ogni probabilita’ gli assicura la poltrona di capo di Stato che si liberera’ il prossimo anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: