liberastoria

“Il libro e il giornale nell’era del web 2.0″

In Attualità on 29 aprile 2012 at 21:34

L’associazione culturale di promozione sociale “Libera Storia”, con sede nel territorio di Bettona, ha organizzato per giovedì 3 maggio alle ore 18.00 un incontro-dibattito presso la nuova biblioteca di Passaggio di Bettona, sorta a fianco della chiesa parrocchiale, sul tema: “Il libro ed il giornale nell’era del web 2.0”. A discutere dell’argomento saranno il professore Andrea Capaccioni, docente di biblioteconomia presso l’Università di Perugia e Mauro Barzagna, caposervizio del Corriere dell’Umbria; moderatore dell’incontro, che ha ricevuto il patrocinio del Comune di Bettona e della Provincia di Perugia, sarà Jacopo Barbarito, presidente dell’associazione. “In un’epoca sempre più dominata dai nuovi media e da internet i più giovani si troveranno a contatto con una nuova generazione di libri e quotidiani, che supereranno il modello a cui siamo abituati – si legge in una nota dell’associazione – Per questo riteniamo opportuno tenere a battesimo questa nuova struttura didattica e letteraria, che sarà in parte anche un’emeroteca, dibattendo su questo tema con gli studenti della scuola media di Passaggio, che il preside ed il personale docente hanno ritenuto opportuno coinvolgere per questo evento”. Nell’occasione, inoltre, sarà possibile per tutti i partecipanti esprimere la propria preferenza per il nome da assegnare alla struttura, la cui realizzazione e ristrutturazione è stata completata nelle scorse settimane.

Locandina evento 3 maggio 2012

“Dalla presidente Marini due pesi e due misure tra Giorno del Ricordo e 25 aprile”

In Attualità on 25 aprile 2012 at 15:16

“Nel richiamare la lezione “morale e civile” e lo stile “sobrio ed autorevole dei padri costituenti” in occasione del suo messaggio per il 25 aprile, la Presidente Catiuscia Marini ha esortato a ricordare la “lezione di ieri utile anche per i tempi difficili di oggi”. In occasione del Giorno del Ricordo del 10 febbraio, al contrario, la Presidente Marini ribadiva la necessità di “superare la memoria come fonte di rancore, perché è ovvio che la memoria rancorosa non contribuisce a rendere più unita una società, ma rappresenta solitamente un ostacolo su questo percorso”. Proprio nello spirito delle sue parole di oggi – si legge in una nota dell’associazione culturale di promozione sociale “Libera Storia” – si evince nuovamente come i rappresentanti istituzionali dell’Umbria che provengono da un humus culturale comunista applichino costantemente due pesi e due misure, perpetuando quel clima che divide i “buoni” dai “cattivi”, omettendo di ricordare che la lotta di liberazione fu prima di tutto una guerra civile, come oramai riconosciuto da tutti i più importanti storici italiani. Il 25 aprile, inoltre, continua a rappresentare l’occasione per maldestri tentativi di riproporre lo spirito di un’epoca, unica ed irripetibile, in un contesto attuale completamente diverso, finendo così per alimentare sterili dibattiti e contrapposizioni politiche che ottengono l’unico risultato di impedire il raggiungimento della tanto agognata memoria condivisa, di cui questa nazione ha disperatamente bisogno come collante sociale”.

“L’Alba del nuovo mondo” di Fabrizio Di Ernesto presentato nella Sala della Giunta di Todi

In Recensioni librarie e cinematografiche on 21 aprile 2012 at 15:13

(DIRE) Todi, 21 apr. – Sabato 21 aprile, alle 17, è stato presentato l’ultimo saggio di Fabrizio Di Ernesto, “L’Alba del nuovo mondo”, presso la Sala della Giunta del Comune di Todi. L’evento, si legge in una nota, organizzato dall’associazione culturale di promozione sociale Libera Storia, ha visto la partecipazione del sindaco di Todi, Antonino Ruggiano, del direttore dell’Agenzia Stampa Italia, Ettore Bertolini, e dell’autore, giornalista e saggista; moderatore dell’evento è stato Jacopo Barbarito, presidente dell’associazione. Il volume, che tratta la politica estera degli Stati Uniti in relazione all’area centrale e meridionale del continente, è incentrato sull’approfondimento delle politiche strategiche della prima potenza mondiale e delle difficolta’ che sta incontrando in queste aree all’inizio del nuovo millennio. L’evento e’ stato patrocinato dal Comune di Todi. (Com/ Pol/ Dire)

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.